Nelle World Series of Poker 2010 ci sono state moltissime sorprese, ma in particolare si sta affermando un fenomeno, per il quale un giocatore “amatoriale” , quando si trova di fronte ad uno dei mostri sacri del poker texano, riesce a batterlo.

Uno dei migliori giocatori al mondo, da molti considerato come il più forte pokerista del momento, ovvero Tow “Durrrrrrrr” Dwan ha dovuto far fronte a questo particolare fenomeno di cui vi stavamo parlando.

E il fenomeno si è ripetuto anche all’evento 32 del WSOP 2010.

Le cause che hanno portato al dilagarsi questa situazione sono da ricercare in particolar modo dentro il grande contenitore del poker texano giocato sul web.

E’ proprio per merito di questa opportunità di poter sfidare avversari provenienti da qualsiasi parte del mondo e qualsiasi ora, che obbliga i giocatori ad un continuo studio e ricerca di come migliorare il proprio gioco per colmare le lacune e sviluppare invece i punti forti.

Questo meccanismo ha portato un comune ragazzo che abita a nEw York, Jeffrey Papola, ad affrontare nel testa a testa finale di un evento WSOP, uno dei più forti giocatori mai visti sul tavolo verde, ovvero il mostro sacro Men “the Master” Nguyen.

Jeffrey è arrivato all’heads up con uno svantaggio, in termini di chips, davvero enorme e, nonostate questo, ha avuto la forza e la bravura di recuperare tale gap, al punto di riuscire a vincere il tanto ambito braccialetto.