Non è mai semplice lanciare un titolo importante proprio nel delicato periodo di transizione che porta all’uscita della console la quale andrà a rimpiazzare quella dove proprio quel titolo vedrà la luce. Da una parte i vecchi utenti saranno felici di poter godere di quel gioco senza dover cambiare hardware subito e potrebbero rimandare le loro idee di acquisto sul nuovo prodotto, dall’altra chi comprerà la nuova console potrebbe decidere (giustamente) di volerne subito sfruttare le tecnologie e potenzialità buttandosi su un videogame della line-up di lancio, posticipando o non effettuando più l’acquisto del gioco compatibile con il vecchio hardware.

In casa Nintendo questa sarà circa la situazione quando Pokèmon Black & White (senza troppi dubbi verranno tradotti in Bianco & Nero qui nel Bel Paese), i due nuovi capitoli della ormai interminabile saga dei mostriciattoli tascabili previsti per Nintendo DS, usciranno nei negozi il prossimo marzo, con ogni probabilità assieme all’attesissimo Nintendo 3DS, prossimo hand-held (console portatile) in arrivo dalla Grande N.

Nintendo però non è un’azienda che si fa sorprendere da questi problemi e sta lavorando per aggiungere alcune opzioni in più per gli utenti che si imbarcheranno nella loro nuova avventura Pokè su Nintendo 3DS piuttosto che su Dsi e addirittura dovrebbero esserci differenze (questa volta si tratta di problemi hardware) per chi ci giocherà su Lite o DS originale.