Il poker online, illegale in molti stati americani potrebbe tornare proprio lì da dove proviene.

La versione online del gioco di carte più famoso del mondo infatti sembra pronta a tornare negli USA dopo le aperture di alcuni personaggi.

Sarebbe il repubblicano Brandt Iden il più interessato al grande ritorno. Una prospettiva che potrebbe rivitalizzare il settore e riportare il grande poker in vari stati USA.

Iden ha spiegato: “siamo vicini al traguardo, è una mia prorità assoluta vedere il bill sul poker online arrivare all’approvazione”.

Il giovane politico punta a sfruttare le potenzialità del poker online per ottenere nuovi introiti e arricchire le casse dello stato.

L’iniziativa è stata valutata con grande ottimismo e sembra che la proposta di Iden sia piaciuta al congresso che, nonostante una certa reticenza e un forte legame con la tradizione e il rigore USA, potrebbe chiudere un occhio, soprattutto di fronte all’ipotesi di intascare parecchio denaro che potrebbe rendere più solida l’economia statunitense.

Resta ancora da vedere se l’attuale legislazione potrà essere cambiata, quello che sappiamo è che mai prima d’ora gli Stati Uniti erano stati così vicini a vedere una liberalizzazione del poker online in vari stati.

Forse il poker tornerà a trionfare proprio nel paese che ha contribuito alla sua diffusione.