Si dice che il metodo è una strategia non basata su calcoli matematici, per questo motivo non è un modo sicuro per ottenere dei risultati positivi. Un metodo molto conosciuto e apprezzato nel gioco della Roulette è il parolì. Il parolì consiste in puntate su combinazioni semplici, come rosso o nero, pari o dispari, che possono essere impostate in diversi modi, e a seconda dell’impostazione si parla di parolì semplice, indipendente, in avanti o indietro. Vediamoli uno per volta. Se vogliamo applicare il parolì semplice, dobbiamo puntare un pezzo su una combinazione semplice, per esempio sul rosso, se la puntata è vincente puntiamo i due pezzi indifferentemente sul rosso o sul nero, e se anche questa puntata risulta vincente ne puntiamo quattro per un’ultima volta.

Nel parolì indipendente la differenza è che nella terza puntata tratteniamo un pezzo e scommettiamo solo tre, in questo modo se perdiamo, conserviamo comunque il pezzo iniziale. Il parolì in avanti porta degli utili maggiori a quello semplice, ma anche i relativi rischi. Infatti consiste nel puntare un pezzo su una qualunque combinazione semplice, e un pezzo in più di ciò che si vince, nelle due puntate successive, quindi prima tre pezzi e poi sette pezzi.
Il parolì indietro comincia nel momento in cui si decide di andare oltre le tre puntate del parolì in avanti, con la differenza che si ritira un pezzo ogni volta che si effettua una puntata.