Quando si parla di Poker online, il sogno di molti è quello di guadagnare dei soldi, addirittura farlo diventare un lavoro, un’occupazione a tempo pieno che ci porterà a vincite milionarie, hotel di lusso e benessere.

Le cose purtroppo non stanno così.

Per il 99% dei giocatori, il Poker online è un’attività di svago, un gioco, nel quale si vince e si perde restando più o meno in pari, e molto più probabilmente perdendo un po’ di denaro, non troppo per l’intrattenimento che abbiamo ricevuto.

Guadagnare col poker online è tutt’altra cosa che giocare convinti di poter mettere in scena il bluff del secolo; è un vero e proprio mestiere.

Si tratta quindi di attitudine personale, passione, e di ore ed ore di studio.

I professionisti del poker online hanno infatti conoscenze accurate del gioco e dei suoi meccanismi.

Posseggono nozioni statistiche e sono in grado di immaginare gli scenari probabili di ogni mano.

Inoltre, il loro destino rimane comunque molto volatile, fortemente legato alla fortuna e poco certo.

Molti dei grandi nomi sono infatti arrivati lì per enormi vincite fortuite, finendo poi per scomparire nel nulla.

Il poker online deve essere quindi concepito come un semplice gioco, se poi riusciamo a vincere un torneo da migliaia di euro, tanto meglio. Sarà però a quel punto che dovremo valutare se farla diventare una carriera o meno.